9/52 - Body Parts

/ 4 comments
Avrei potuto fare un post di autocelebrativo (perché su questo blog non mi sono mai autocelebrata, nooooo), riguardo questo tema. Fare esercizi a corpo libero costantemente da quasi sei mesi ha portato notevoli risultati sotto il punto di vista "corpo". 
MA, MA, stranamente, per il tema di questa settimana ho scelto di elogiare un'altra cosa: il naso di Titto.
Titto adora spiaccicarlo sulla faccia di qualsiasi persona, soprattutto la mattina presto o la sera tardi quando la sua voglia di coccole è incontenibile tanto che sembra che voglia abbracciarti. E quindi si mette li, col suo nasino e lo usa in ogni modo: per chiamarti, per salutarti, per darti i bacini. Sono innamorata del suo naso, si capisce? Ma lo sareste anche voi se passaste anche solo cinque minuti con lui. Praticamente è il gatto perfetto per me, forma di gatto e carattere quasi canino per quello che riguarda l'affettuosità.


READ MORE »

8/52 - Pole Art Italy 2015

/ 4 comments
Sono in ritardo con le foto, lo so, lo so. Ma ho una buona ragione: venerdì sono partita con Chiara, la mia insegnante di pole dance, alla volta di Milano per il Pole Art Italy.
La mia insegnante partecipava nella categoria Semi Pro e (inutile dirvelo) ne è stata anche la vincitrice. Ma io lo sapevo, mai dubitato.
Quindi, per il tema di questa settimana mi gioco il jolly.




READ MORE »

7/52 - Romance

/ 1 comment
Il destino sembra prendersi gioco con me per la seconda volta con questo 52 Week Project.
La prima, è stata quando la seconda settimana di gennaio il tema era "freddo" e pareva d'essere in primavera, altro che freddo.
La seconda, questa. Credendo di facilitarmi il compito, per la settimana di S. Valentino ho detto "mettiamo Romance, come tema, che tanto figurati se non riesco a fare una foto con Ale, è da dicembre che aspetto stavolta ci riesco". Ma Ale proprio questa settimana comincia a lavorare anche il sabato e la domenica. 
Questo 52WP mette a dura prova le mie capacità di problem solving, considerando che devo usarle anche troppo a lavoro, doverle usare anche qui mi stressa e non poco.
Comunque dicevo, dato che l'idea della foto con Ale è sfumata, ho ripiegato semplicemente affacciandomi in giardino. Mi è subito tornata in mente una frase di Neruda. Che dice tutto ma in realtà dice nulla, ma ho sempre trovato in queste dodici parole una carica erotica fortissima (a riprova che l'organo sessuale più potente è il cervello).


Voglio fare con te | quello che la primavera fa con i ciliegi
READ MORE »

6/52 - (Durin's) Door

/ 13 comments
Sapete benissimo, quanto io sia una piccola nerd e quanto adori scovare cose bellissime (e potenzialmente inutili) nel magico mondo di internet.
Così, quando sono capitata su Etsy e ho trovato una tipa americana che vendeva tatuaggi finti, ed ho visto la porta delle Miniere di Moria, il mio cervello è andato in pappa ed ho dovuto comprare il tatuaggio finto. Apposta per questo post, esatto.
Sono una persona troppo volubile per riuscire a decidere cosa tatuarmi, a meno di non riempirmi da testa a piedi perché piena di idee che sul momento mi sembrano fighissime. Così non mi resta altro se non i tatuaggi finti. Che comunque fanno molta scena, penso che ricomprerò questo e me lo farò sul polpaccio, così tanto per confermare la mia volubilità.
P.S. Vogliamo parlare del braccio che mi è venuto facendo pole dance? No, non parliamone, che è meglio. Un giorno, con la scusa del post della settimana, vi farò vedere che mi sono venuti muscoli anche dove non pensavo potessero esistere.

READ MORE »

5/52 - Morning

/ 9 comments
Ultimamente la mattina è un momento tragico per me. Sento sempre di più il peso di dovermi alzare per affrontare la giornata, vorrei rimanere a letto sotto il piumone con Titto che mi lecca i capelli, piuttosto che pensare di dovermi mettere in macchina e restare fuori di casa almeno 10 ore.
Le crisi esistenziali della domenica sera.

READ MORE »

4/52 - 15 Years Ago

/ 6 comments
Quindici anni fa eravamo nel 2000, avevo 9 anni e di li a poco sarebbe cominciata una delle mie prime fissazioni: la saga di Harry Potter. Prima di scrivere questo post ho rifatto un giro su Wikipedia e rileggendo alla veloce qualche informazione sulla saga mi è venuta una voglia incredibile di rivederla. Mi sa che questa sera costringerò Ale ad una "Maratona Harry Potter", tempo fa lui stesso aveva comprato il cofanetto con tutti i i film quindi mi sembra proprio uno spreco lasciarlo li a prendere polvere. 
Quindi, quello che vedete in foto è uno dei tre regali di Sara a tema Harry Potter per il mio compleanno: il giratempo. Gli altri due erano una collana con il simbolo dei doni della morte ed un'altra collana a forma di boccino d'oro.
Anche se c'è una cosa, una cosa che bramo da sempre, oltre alla mia bacchetta lunghezza media in corde di cuore di drago... Voglio il mantello di Serpeverde. Ebbene si, io sono una fedele, diabolica, determinata a vincere tutto Serpeverde.
Ok ho deciso. Se il prossimo anno riuscirò finalmente a ritornare al Lucca Comics & Games, girerò vestita in uniforme Serpeverde. Quindi mantello, gonnellino verde e nero, calzettoni e maglia con lo stemma.
Deciso. *


* Vorrei solo fare notare che queste sono le decisioni di chi va a dormire la domenica mattina alle sei e si alza solo sette ore dopo ed è ovvio quindi che questo sia un post decisamente sconclusionato. Viva Serpeverde, ciao.
READ MORE »

3/52 - Breakfast

/ 7 comments
Il mio concetto di colazione varia in base al periodo dell'anno, al giorno della settimana ed ai dolci che ho voglia di fare durante il weekend. Esatto, io faccio dolci in previsione delle mie colazioni, ma procediamo con calma.
D'inverno, e solitamente durante la settimana, mi limito ad una semplice tazza di latte con zucchero e Nescaffè (che non ho mica tempo di fare il caffè normale io, anzi il latte lo scaldo nel microonde). Zero biscotti perché io a mangiare sono lenta, al mattino ho poco tempo e quindi tracannare velocemente il latte dalla tazza è la scelta più rapida ed indolore (considerando poi che della mezz'ora che mi serve per prepararmi dieci minuti sono dedicati alle coccole da fare a Titto prima di andare via e non scherzo). Ovviamente, ho anche la mia tazza preferita: Redwood Original Sons Of Anarchy. Che quando entri in Sons Of Anarchy non ne esci più, come insegna Jax. E se non sapete di cosa parlo guardatevi tutte e sette le stagioni si SOA, perché nella mia personale classifica dei telefilm SOA e GOT hanno entrambi la prima posizione quindi non dico balle io.
Tornando alla colazione, d'estate invece, o il sabato mattina, vado di latte e menta. Si, lo so che latte e menta si beve a 12 anni e poi basta, ma che ci posso fare a me piace. Anche li ho il mio bicchiere preferito in cui bere latte e menta, serve solo per quello.
Poi, passando alla parte dei dolci per colazione, solitamente mi do al mio adorato budino. Perché io la porzione per 4 la faccio solo per me ed Ale. Ma Ale il budino non lo mangia perché ha pretese particolari su come debba essere dentro ("non deve essere poroso" ma che vuol dire???). E quindi cosa fai, lo fai andare a male in frigo? Ma certo che no. Il budino a colazione è un ottimo modo per cominciare il lunedì mattina, credetemi.



No scusate, i Togo. Chi se li ricorda i Togo? E chi li mangia ancora? Mia madre me li dava quando avevo dieci anni, forse è stata lei ad iniziarmi a questa rovina dell'amare ogni cosa dolce...
READ MORE »

2/52 - Cold

/ 17 comments
Siamo solo alla settimana numero due, ed io sono già andata in crisi per il tema. 
Si perché, quando abbiamo deciso tutto quanto, abbiamo pensato "beh «cold, freddo», lo mettiamo a gennaio, che farà sicuramente freddo insomma è gennaio!". Ovviamente questa è stata la settimana delle temperature primaverili, dell'uscire senza giacca perché fa caldo. Mannaggia al tempo che mi rovina tutti i maledetti piani per questo 52WP.
Quindi, per la foto di questa settimana, mi sono dovuta ingegnare. Sto leggendo un libro, il primo libro comprato nel 2015. "La Meccanica del Cuore", ambientato a Edimburgo in una giornata fredda, più gelida del normale racconta la storia di un bambino che nasce con un cuore malfunzionante che viene sostituito con un piccolo orologio.


Almeno nel libro qualcosa di freddo c'era.


The Life In A Year
READ MORE »

1/52 - Newness

/ 16 comments
Dunque siamo incredibilmente tornati al post 1/52.
Tanto per parlare di novità, per restare in tema con l'argomento di questa prima settimana, quest'anno  (come vi spiegavo qui) ho deciso di riprovare un 52 Week Project (non avrei avuto le forze di ritentare un 365 Days Project anche se lo ammetto, ci ho pensato) ma differente dall'anno scorso: quest'anno ho deciso di stabilire in anticipo ben cinquantadue temi per ogni settimana. Vedremo se questo faciliterà o complicherà il lavoro. 
Sempre parlando di novità, qualcuno si sarà accorto che ho cambiato la grafica del blog. Come vi sembra? Io ancora sto tentando di abituarmici e comunque non ho ancora trovato quella "definitiva" che mi faccia mettere l'anima in pace una volta per tutte.
Tornando invece al post in sé, "newness" ovvero "novità" mi ha fatto subito pensare ai regali del Natale appena passato. Quello che ho deciso di utilizzare per la foto di questa settimana è stato uno dei regali di Ale, una cover che avevo visto in negozio da lui ad agosto e che bramavo da quel giorno. Ale sceglie sempre regali bellissimi, lo so, lo so.


The Life In A Year
READ MORE »

52/52 - Life in (another) year

/ 16 comments
Questa settimana porta novità dal punto di vista dei progetti fotografici per il 2015: io e Suzanne abbiamo partorito (nel vero senso del termine, la fatica è stata quasi la stessa) un 52 Week Project a tema per il 2015. Esatto, abbiamo tirato fuori 52 idee che a parer nostro, che ci intendiamo di cose fighe (come i Rammstein, i gatti, i ragazzi coi capelli lunghi, il sushi) non potevano venire meglio, ma che sono soprattutto fattibili.
Reduci entrambe dal 52 Week Project di quest'anno siamo arrivate alle ultime settimane di questo 2014 senza idee. Fin quando, galeotto fu Facebook, un pomeriggio ci siamo dette "ma perché non farlo a temi, così da facilitarci il lavoro?". È così fu. Bill Gates (se davvero è stato lui a dirlo) aveva ragione a dire "assumerò persone pigre perché troveranno il modo più veloce di fare le cose", e dire che non ha nemmeno incontrato me e Suzanne. Secondo questa logica potremmo essere capo dell'ufficio Marketing alla Microsoft.
Tornando giù dagli olimpi della mia immaginazione, ecco a voi il 52 Week Project per il 2015. Ma perché lo sto postando con giorni di anticipo sul 2015? Perché, signori, essendo a tema voglio invitare tutti voi a partecipare insieme a me e Suzanne. 
Io pubblicherò la domenica come fatto fino ad oggi, ed avrò come compagna la mia fidata Canon ma chiunque può partecipare, con cellulari più o meno fighi e con macchina fotografiche più o meno fighe. Non sembra, ma scattare foto per un anno intero è un ottimo modo per migliorare senza accorgersene.
E dunque, se volete partecipare trovate qui un bannerino, che collegherò alla pagina di spiegazioni qua sul mio blog così che chi abbia voglia di partecipare possa trovare tutte le regole (che saranno al massimo due o tre) e la lista completa dei temi. Non avete scuse, avete l'idea già pronta, tutto quello che vi resta da fare è "semplicemente" fare foto.
Buon lavoro!


READ MORE »

51/52 - Rock 'n Pole

/ 6 comments
Sabato sera è stata una giornata decisamente rock n roll: al pomeriggio prove per il mini saggio di pole dance che avrei fatto domenica (che tra parentesi è andato meh perché sentivo il palo scivoloso che manco lo avessero cosparso di olio) e alla sera Ale avrebbe suonato e Chiara, in arte Liv, la mia fighissima insegnante bionda avrebbe ballato. Non vi dico che roba figa, vi lascio alle foto.



















Come primo tentativo vestita, sulla pedana e con tacchi non c'è male. Non mi sono uccisa nemmeno una volta.
READ MORE »

50/52 - Transylvania

/ 4 comments
Questo pomeriggio, mentre ero fuori che stendevo (ah, i pazzi sabati pomeriggio quando il fidanzato lavora, spesa-lavatrice-pulizie) mi è caduto l'occhio sulla collina di fronte. Non che non l'avessi mai notata, ma oggi quella casa mezza diroccata mi è sembrata più bella del solito.
Tutti quegli alberi li dietro poi la fanno sembrare molto "inquietante". Mi piace un sacco, questa settimana sono proprio soddisfatta.
Le foto che non mi sono piaciute di queste 52 Week Project sono davvero pochissime, forse due o tre al massimo. Per l'ultima foto vorrei concludere come ho cominciato questo 52 WP: con un self portrait, ma uno bello eh. Peccato che al momento idee zero, così come idee zero su cosa fare il prossimo anno perché non vorrei lasciare la mia povera macchina fotografica a fare le ragnatele ma il mio mondo al momento ruota intorno ad una sola cosa: Pole Dance. Potrei fare un 52 WP dedicato solo a quello ora che ho anche il palo a casa, ma sarebbe davvero monotematico e poi non ci arrivo nemmeno a 52 mosse per ora... Dubbi cocenti...


READ MORE »

49/52 - Il mare

/ 8 comments
Mi capita spesso di pensare a come facciano le persone che non vivono al mare a farlo, vivere lontano dal mare, intendo.
Sebbene io non sia una di quelle persone che in estate passa ogni minuto in spiaggia (tra lavoro e il mio non gradire particolarmente il mare d'estate, se non in rari casi) penso sempre che vivere lontana dal mare sarebbe la mia rovina. Mi piace vederlo dalla finestra del mio ufficio, dalla finestra di casa mia, dalla strada mentre guido. Se non vedo il mare mi viene l'ansia, non potrei mai pensare di vivere in un posto da cui vedo solo colline, montagne o peggio ancora solo case.
Gente davvero, come fate a stare senza? Sarà che io ci sono nata e ci vivo da sempre così, ma un mondo senza nemmeno un lago o un fiume vicino a casa non lo concepisco.

READ MORE »

48/52 - Ventitreesimo compleanno

/ 12 comments
Alla fine è arrivato anche il mio di compleanno. Dopo quello di Vale e di Ale, sabato è toccato a me. Non che me ne lamenti, quest'anno si sono tutti superati, sia per ciò che riguarda i regali (Ale, mia sorella e i miei soprattutto) sia per avermi fatto credere  che nessuno sarebbe venuto a mangiare con me il sabato sera ma che avremmo fatto il giorno dopo. E invece erano tutti li al ristorante giapponese che mi aspettavano. E io che entrando e vedendoli seduti ho detto "quanto siete stronzi". Era il mio modo per ringraziare tutti, ovviamente.
Ma tra tutti, colui che ha organizzato tutto e colui che mi ha fatto il regalo più desiderato: Ale mi ha regalato il palo per allenarmi a casa. Come qualcuno sa, e in caso non lo sapesse da ora ne è a conoscenza anche lui, da due mesi ho cominciato a prendere lezioni di Pole Dance. Quindi, dopo due mesi (no, non è vero, dopo la prima mezz'ora di lezione) ho bramato con tutte le mie forze un palo da mettere in casa per poter provare fino alla nausea trick e spin vari. Ed ora ho finalmente il mio palo, in salotto vicino ai divani. Ovviamente il sabato e la domenica pomeriggio li ho passati sul palo, non c'è bisogno che ve lo dica.
Ora attendo impaziente l'arrivo del Natale. Ma non per altri regali, ma per i quattro giorni di mini-ponte, che indovinate come passerò?


... Che si vede che non ho avuto tempo di farla la foto di sta settimana? Noooooo...

READ MORE »

47/52 - Vermillion

/ 9 comments
Mia suocera mi compra i vestiti, regali di compleanno, che io scarto ben due settimane prima di quando dovrei. Però è stata anche colpa sua, insisteva che voleva vedermi con il vestito nuovo, e chi sono io per oppormi all'apertura anticipata del regalo di compleanno? 
Dunque dicevo, mia suocera mi compra i vestiti e li sceglie pure fighi fighi, in foto non si vede ma c'è anche del tulle nero sotto lo gonna rossa, così che io possa ricominciare a farmi i miei amati selfportrait. Avril Lavigne de noartri in sta foto.
Che poi ieri, io, Alexa e Simone perculavamo Ale riguardo a questa immagine dicendogli che aveva un ego talmente grande da essere grande quanto Giove, come appunto nell'immagine... Peccato che anche io, in quanto ad ego a questo punto potrei essere Europa, il satellite di Giove. Non mi manca nulla, e poi si dice che "chi si somiglia si piglia"...

READ MORE »

46/52 - Sunday Funday

/ 9 comments
Oggi Ale ha dato il meglio di sé.
Questa mattina mi ha messo fretta perché "dobbiamo andare presto oggi pomeriggio!", senza ovviamente dirmi per dove. Da ieri era decisamente evasivo... "Domani ti porto in un posto". 
Alla fine il posto misterioso era una mostra di fotografia a Mentone... Ammettiamo che è stato davvero bravo oggi. Un sacco di belle foto e un sacco di ispirazione, speriamo di riuscire a trarne qualcosa di utile per gli ultimi sei post di quest'anno. Tra l'altro se l'anno prossimo rifanno la mostra quasi quasi mi iscrivo anche io...
Dopo la mostra abbiamo tentato, e dico tentato perché siamo rimasti 15 minuti di orologio, di fare un giro al Luna Park di Montecarlo. Peccato che oggi fosse la chiusura e quindi era una specie di bolgia, con gente con passeggini ovunque che faceva tappo ogni due metri e impossibile camminare per il numero di persone. Sembrava che tutta la riviera Ligure di Ponente fosse confluita li, ovunque mi girassi vedevo gente familiare e compagni di classe.
Siamo scappati alla volta del ristorante giapponese per spaccarci di sushi, direi che lo scambio è stato più che vantaggioso. Mai più il Luna Park il giorno di chiusura, mai più. Mentre si ad Ale che fa cose carine per me <3.




READ MORE »

45/52 - Il compleanno

/ 13 comments
Sabato è stato il compleanno di Ale, auguri! Ventinove anni... Me lo sono scelto proprio vecchio. 
Da brava fidanzata (e impaziente) ho aspettato che si svegliasse per fargli trovare tutti i regali sul letto. Praticamente con tutto quello che gli ho regalato l'ho vestito da testa a piedi. Si lamentava di non avere nulla da mettere e io sono passata all'azione...
La sera, gli "amici bastardi" hanno organizzato una mini sorpresa con tanto di torta, ma non senza prima fargliela "pesare": nessun accenno ad auguri o compleanni se non dopo almeno due ore passate insieme quando si è ritrovato la torta sul tavolo. L'ha guardata un po' strana sulle prime, come se non fosse per lui, non credo che se lo aspettasse. Meglio così.


 

Due bottiglie di una lunga serie
READ MORE »

44/52 - La Luna

/ 8 comments
Sono una paracula. Lo so, lo so. Ultimamente sono talmente tanto scaglionata che il solo pensiero di fare qualcosa che non sia dormire o andare in palestra mi opprime e mi distrugge. Questo per dirvi che no, non siete voi che non trovate il Listography di questa settimana, sono io che mi sono stracciata i maroni e quindi ho fatto finta di niente saltandolo. Credo che toccherà la stessa inevitabile sorte a tutti gli altri. Magari li finirò a fine anno tutti insieme, in fondo ne mancano solo otto. Per ora non ne ho voglia, mi pesa il culo.
Come mi pesava il culo fare la foto per questa settimana perché non volevo assolutamente usare questa della luna, dallo schermo della macchina fotografica non sembrava proprio il massimo. Poi l'ho aperta sul pc e... Meno male che ho avuto il culo pesante perché mi piace un sacco.
Spero che le ultime otto foto di questo progetto si salvino, ultimamente fantasia zero tanto che ho anche pensato che probabilmente il prossimo anno non farò il 52WP in bianco e nero ma una cosa nuova: "posto come e quanto mi pare". Che tradotto in culopesantese diventa "il blog morirà".
Inviatemi le vostre energie oppure inviatemi soldini per una giornata alle terme che magari mi rilasso e riprendo fiducia nell'umanità.

READ MORE »

43/52 - (Not a) Family portait

/ 17 comments
In principio, l'idea era quella di costringere Ale e Titta (che sono i più restii quando si parla di queste cose) a sedersi sul divano con me e Titto per fare una foto tutti e quattro insieme.
Così io chiudo i gatti in casa (Titta ha un piccolo buco nel muro per entrare e uscire come vuole), monto il cavalletto, preparo la macchina fotografica, mi vesto.
Al momento di fare la foto, i gatti cominciano ad uccidersi e distruggere casa, Ale va a parlare al telefono sul terrazzo e il simpatico quadretto va a farsi friggere. 
Maledetti. Complottate tutti e tre contro di me. Tutti.




P.S. State seguendo i miei progressi su The Pole Dance Diaries? Vi dico solo una cosa: ho appena finito di misurare la stanza che Ale usava come studio ed un eventuale palo, come regalo di Natale o meglio ancora compleanno (mancano su per giù solo 40 giorni al mio ventitreesimo compleanno), ci sta PERFETTAMENTE. Riuscirei a girare senza toccare i bordi della stanza. Suggerirei una colletta tra parenti, così, pour parler. Il palo da 45 mm cromato argento, grazie.
READ MORE »