Listography: your hobbies past and present

4 comments
The Life In A Year
Ovvero gli hobbies presenti e passati
• libri: prima e tutt'ora;
• foto (ma questo cosa ve lo dico a fare)
• spaccarmi di serie tv (da quando ormai ho 16 anni credo)
• gli anime di MTV: purtroppo questo è da inserire tra gli hobbies passati, dato che MTV non trasmette più Nana, Gintama, GTO... GTO come mi manca!
• libri: prima e tutt'ora;
• dormire: più presente che passato, dato che prima non ero proprio così tanto narcolettica...

37/52 - Mirtilla e Pax

18 comments
Come vi avevo anticipato in lungo e in largo su Facebook, sabato Mirtilla e Pax, anche conosciuti come Evelina e Francesco, sono diventati marito e moglie. Noto con imbarazzo la dilagante epidemia di donne incinte e/o matrimoni. Ovunque mi giri coetanei, compagni di classe convolano a nozze e fanno figli. Sono rimasta praticamente tra le ultime.
Comunque dicevo, Pax e Mirtilla. Pax mi ha ricordato Armand il Vampiro, di Intervista col Vampiro. Guardatelo bene e ditemi se vestito così e con i capelli lisci non ci somiglia.
Mirtilla ha attirato su di se un sacco di sguardi, tra vestito rosso e tatuaggi. Il momento migliore è stato quando, mentre stavamo facendo qualche foto nei carruggi di Dolceacqua, una coppia francese si è avvicinata. Credendo che volessero passare gli abbiamo detto di andare pure, quando lui si gira e dice "no no, voglio fare una foto! Posso?". Oltre ai vari curiosi che guardavano e poi urlavano "congratulazioni!". Tutti molto gentili e carini, sembra di avere il mondo ai tuoi piedi indossando un abito da sposa.
Inutile dire che sono super soddisfatta delle foto "in posa" verso la fine del post. 
E inutile dire che Ale con quella camicia stupenda, risalente al matrimonio di suo padre direttamente dagli anni '70, ha resistito un'ora. Il tempo di arrivare, presenziare alla cerimonia e firmare, in quanto testimone. Non lo vedrò mai più con una camicia addosso credo.



Ah, che testimone figofigo ♥


Sposo che si spara le pose intanto che aspetta la sua bella

Testimone-sposo-fratellodellasposa







Notare che Ale ha resistito con la camicia forse un'ora...





Listography: names of past schools or classes you've attended

9 comments
The Life In A Year
Ovvero le scuole o i corsi che hai frequentato.
Nonostante sia uscita con un voto niente male alla maturità (100/100 e per due punti non mi hanno dato la lode e questa cosa mi brucia e non poco) ho deciso di non andare all'università per colpa dell'indecisione su quale corso frequentare.
Quindi, oltre all "Istituto Tecnico Commerciale" (leggasi ragioneria) posso dire di non aver frequentato altre scuole o corsi particolari.
A parte il corso di Karate da piccola, che se ora non avessero orari improponibili tipo allenamento alle 22 (io a quell'ora sono già a letto a sognare) riprenderei anche ora.

36/52 - Giardino Giapponese e Novità

10 comments
Probabilmente, aprendo il post di questa settimana avrete notato qualche cambiamento...!
Ho finalmente trovato il template definitivo (o almeno, fino alla prossima ricerca) che adoro. In più anche la nuova immagine per il mio blog, per cui devo ringraziare Martina per lo splendido disegno. Convincetela anche voi ad aprire un blog con i suoi disegni, sono stupendi, ma non vuole ascoltarmi...
Ale mi ha portata al Giardino Giapponese di Montecarlo. Doveva essere una sorpresa, io non sapevo nemmeno che esistesse... finché mia madre un giorno non mi manda un messaggio su Whatsapp dicendomi "toh guarda cosa c'è a Montecarlo!". Io ricollego la strana e pressante proposta di Ale fatta un giorno si e l'altro pure "dai andiamo li che ti porto in un bel posto ma non ti dico cos'è finché non siamo li" e sorpresa finita allegramente prima ancora di cominciare. Pazienza, apprezzo lo stesso il gesto (un po' meno i bambini urlanti in quello che dovrebbe essere l'apoteosi della tranquillità). Tutto molto bello però.













Listography: your most memorable injuries and illness

5 comments
The Life In A Year


Ovvero quelle volte in cui sei stato malato. O in cui ti sei fatto tanto, ma tanto male.

• Il mignolino del piede: quel maledetto. Sbattuto un milione di volte, un altro milione di volte a venire ma ce n'è stata una, una in particolare, in cui credo di averlo addirittura rotto andando contro il divano nel tragitto sala/cucina. Non sono riuscita a camminare decentemente per almeno tre giorni ed era diventato viola ed il doppio della sua taglia. Quindi ora immaginate sbattere il mignolino come al solito. E sbatterlo talmente tanto forte fino a romperlo. Vi allego una diapositiva che potrebbe aiutarvi, qui.
• La gamba sinistra rotta: c'era una volta una bambina di nome Nadia, che giocava con la sua amica Safa, giocavano a rincorrersi ma a Nadia si slega la scarpa. Così Nadia poggia il piede sulla panchina per legare i lacci e la seduta della panchina di cemento (per intenderci queste panchine fatte così) scende sulla tibia sinistra fratturandola. Nadia urla e la mamma di Nadia corre giù dalle scale stile Superman (credo di aver visto la scia, o forse era solo il dolore) e stile Hulk solleva la panchina da un quintale dalla mia gamba. Fine della storia. Ci ho guadagnato un gesso super colorato e una fine di quarta elementare super coccolata.
• il manubrio della bici: c'era una volta la stessa bambina di nomea Nadia che in vacanza in Piemonte dalla prozia girava in bici in campagna. Girava, girava, girava in tondo finchè ad un certo punto scivola e si infila il manubrio della bici tra il collo e la mandibola. Tutto a posto raga, neanche un graffio.
Per quanto riguarda malattie varie non mi ricordo di aver avuto cose particolari a parte la classica febbre annuale da bambina... Dovrei chiedere a madre.
• l'albero: ancora una volta, la stessa bambina di nome Nadia prendeva la rincorsa saltando dalla panchina (sempre quella in cemento, sono recidiva) per appendersi al ramo dell'albero e dondolarsi. Saltava, saltava, saltava finchè manca la presa e cade sulla schiena schiacciando i polmoni e rimanendo senza aria per qualche secondo. Credo che quella sia stata la sensazione più brutta che abbia mai provato, ricordo solo di essere riuscita a dire "mamma non riesco a respirare". Per fortuna è durata poco, solo qualche secondo perchè i miei polmoni tornassero a funzionare come dovevano.

P.S. Questo Listography mi fa pensare che se mai avrò un figlio potrei essere un filino apprensiva riguardo al suo correre e saltare in giro...

35/52 - Ritorno alle origini

4 comments
E dopo due settimane di nullafacenza tra un divano e l'altro, e di nullafacenza sulle spiagge calabresi sono tornata a lavoro. Tutto sommato è stato meno peggio di quanto mi aspettassi, la settimana è scivolata via velocemente (non il lunedì mattina, il lunedì non scivola MAI in maniera indolore) ma stare a casa a fare nulla è ovviamente sempre la cosa più piacevole, soprattutto per le persone pigre come me.
Detto questo, questa settimana mi sono arrivate un sacco di cose bellissime: i miei nuovi Dr. Martens e delle calze stupende che vedete in foto (Klimt, Van Gogh e Hokusai). Non vedo l'ora che faccia freddo per poterli usare.
Ovviamente, dopo aver provato le DM'S nuove mi sono auto-maledetta per aver deciso di comprare quelle alte al polpaccio anziché lo stesso modello che avevo già... Mi sono fatta venire la sciatica per tentare di toglierle, sono una trappola per le gambe una volta legate tutte.
Piccolo quesito sui Dr. Martens: ma anche i vostri da nuovi erano così duri? Io non ricordo che il paio che comprai due anni fa mi avesse ucciso così tanto i piedi. Per ovviare al problema ho girato per casa indossandoli nel tentativo di allargarli. I Dr. Martens il 27 di agosto, con 27 gradi, mentre cuocevo il polpo per fare l'insalata di polpo e patate. Se non mi sono sciolta dentro gli stivali probabilmente è stato solo per un miracolo.

Più guardo questa foto più mi viene voglia di prendere un aereo qualsiasi per una località qualsiasi dell'Inghilterra.

P. S. Foto bonus della settimana: una Titta selvatica appare in giardino stranamente composta e mi chiama, perché stavo salendo in casa senza nemmeno averla vista. Tra l'altro in queste foto sembra una gatta enorme ma in realtà no, non lo è. Ha sempre la forma di un tubetto di maionese. Ma sa perfettamente come si fa a guardare male qualcuno.

Listography: things you like to do on Your day off

2 comments
The Life In A Year


Ovvero: cosa ti piace fare durante il tuo giorno di riposo.
Sostanzialmente durante il mio giorno di riposo mi piace fare... Il nulla più assoluto. Dormire fino a tardi, spostarmi dal letto al divano e cose così.
Ma vivere da sola, comporta che tutti questi meravigliosi piani vadano a ramengo perché c'è la spesa da fare, la casa da pulire, la roba da piegare. Alla fine quindi riesco solo a fare una minima parte del dolce far niente che avrei voluto.

34/52 - In Calabria

13 comments
Sono tornata, intera e soprattutto non liquefatta per colpa del caldo pauroso che fa laggiù. Sono andata a trovare la nonna, che la prima cosa che mi ha detto arrivata a casa sua è stata "se non fossi venuta a trovarmi quest'anno, se quando ti saresti sposata io fossi stata ancora viva non ci sarei venuta al tuo matrimonio". Ellamaddonna, e meno male che sono i Liguri che hanno un brutto carattere...
Comunque, ho lasciato Ale "al norde" (grazie a dio posso tornare a dire "lavorava") e sono partita con i miei per spararmi 14 ore di macchina (all'andata, e 14 ore per tornare a casa) per raggiungere la nonna. Per almeno 10 anni non voglio più sentirne parlare di Vibo Valentia.
La cosa positiva riguardo al caldo è che sono stata praticamente tutti i giorni, tutto il giorno a bagno in mare (cosa sensazionale perché io di solito il massimo che faccio in Liguria è pucciare i piedi a bagno e tutta la mia voglia di andare in acqua sparisce) e il mare laggiù è oggettivamente una meraviglia.
Ma il fatto è... Perchè non pitturano le case e le lasciano di cemento? Per favore, sono orrende così, ma non se ne accorgono anche loro? E soprattutto, perché parlate tutti in dialetto che io non capisco una mazza di niente quando mi chiedete le cose?

P. S. Le foto saranno "monotone" perché saranno tutte spiagge... Ma giuro che sono spiagge fiche. Vedere per credere.

P. P. S. Giuro che mi sono abbronzata poi.

Baia di Riaci (Santa Domenica di Ricadi - VV)
Baia di Riaci (Santa Domenica di Ricadi - VV)
Baia di Riaci (Santa Domenica di Ricadi - VV)




Baia di Riaci (Santa Domenica di Ricadi - VV)
Baia di Riaci (Santa Domenica di Ricadi - VV)


Spiaggia di Grotticelle (Capo Vaticano - VV)
Spiaggia di Grotticelle (Capo Vaticano - VV)
Spiaggia di Grotticelle (Capo Vaticano - VV)
Spiaggia di Grotticelle (Capo Vaticano - VV)
Spiaggia di Grotticelle (Capo Vaticano - VV)
Paradiso Del Sub (Zambrone - VV)

Paradiso Del Sub (Zambrone - VV)
Paradiso Del Sub (Zambrone - VV)
Paradiso Del Sub (Zambrone - VV)
Tropea
Tropea
Belvedere dal faro di Capo Vaticano (Ricadi - VV)
Belvedere dal faro di Capo Vaticano (Ricadi - VV)

Belvedere dal faro di Capo Vaticano (Ricadi - VV)